• Valuta
  • Lingua
05 feb 2018 | Tempo di lettura estimato: 10 minuti |
Picasso e Barcellona

Picasso e Barcellona: una storia d'amore

Picasso e Barcellona: una storia d'amore

Il pittore spagnolo cominciò la sua carriera proprio nella capitale catalana.

Anche se passò gran parte della sua vita a Parigi, Picasso passò molto tempo anche a Barcellona. Nei suoi primi passi da pittore, ebbe un inizio complicato, ma vide i suoi primi successi e iniziò a sviluppare il suo stile.

In questo articolo ripassiamo l'importanza che ebbe Barcellona nella vita personale e artistica di Picasso. Dal suo arrivo nel 1895 e la sua formazione classica alla Scuola di Belle Arti di Barcellona, passando per l'epoca in cui entra a far parte del circolo Modernista de Els 4 Gats fino ad arrivare alle numerose visite che realizò per vedere la sua famiglia e i suoi amici. Tutto prima della Guerra Civile Spagnola e la Dittatura di Franco che lo separarono per sempre dalla capitale catalana. Alla fine dell'articolo ti proponiamo un tour turistico per la Barcellona di Picasso :)

Se anche tu come Picasso, vuoi passare un po' di tempo nella città, avrai bisogno di un appartamento a Barcellona. Disponiamo di molti appartamenti mensili che si trovano proprio vicino alla casa dove visse Picasso, tutte nel quartiere Gotico e del Born.

La Spagna è la patria di grandi pittori come Dalí, Picasso e Goya. Hanno tutti un loro stile particolare relazionato con i luoghi dove vissero, che influenzarono la loro arte. Per esempio, i paesaggi della regione catalana del Empordà segnarono l'eccentrico Salvador Dalí.

E' complicato relazionare Pablo Picasso con un luogo concreto visto che durante la sua vita visse in diverse zone. Il pittore nacque a Malaga (1881) e passò gran parte della sua vita in Francia; ma visse a Barcellona, la città che lo vide nascere come artista.

Qui [Barcellona] è dove cominciò tutto...qui è dove mi resi conto di quanto lontano sarei arrivato (Pablo Picasso)
 

Gli inizi dell'artista a Barcellona (1895 - 1899)

L'arrivo di Picasso (1895)

L'anno 1895 comincia drammaticamente per il giovane Picasso e la sua famiglia, in quanto la sorella del pittore muore di difterite proprio a gennaio.

Nel mese di settembre il padre viene nominato professore della scuola d'arte di Barcellona (la LLotja) e decide di portare tutta la sua famiglia con lui nella capitale catalana.

La famiglia Ruiz-Picasso si trasferisce alla fine del 1895 al numero 4 di Passeig Isabel II, dove ora si trova il famoso ristorante "Les 7 Portes" (in italiano "Le 7 Porte"). Picasso ha 14 anni.

Les 7 Portes ristorante Barcellona
Il ristorante "Les 7 Portes"

Educazione classica a La Llotja

Pablo viene accettato alla prestigiosa Scuola delle Belle Arti di Barcellona, dove insegna il padre. A scuola la Llotja, Picasso continua la sua formazione che iniziò nella capitale galizana de A Coruña, dove visse con la sua famiglia dal 1890 al 1895.

A La Llotja si insegnava l'arte classica, e questa scuola dà alla pittura di Picasso un'orientamento iniziale abbastanza classico. Questo si può vedere specialmente nei primi quadri che il giovane pittore presentò all'Esposizione di Belle Arti di Barcellona nel 1896 (La Prima Comunione), molto diversa dalle opere create dall'artista nei seguenti anni di carriera. Vedi la seguente immagine.

La Premiere Communion
La prima comunione (Picasso)

Primo laboratorio di Picasso (1896)

Picasso a soli 16 anni aveva già un suo laboratorio, un anno dopo essere arrivato a Barcellona. Lo divideva con Manuel Pallarès al numero 4 di Carrer de la Plata. Lì fu dove dipinse il quadro "Ciencia y Caridad" (1897 - in italiano "Scienza e carità") che presenterà all'Esposizione Nazionale di Madrid, facendogli ricevere una menzione d'onore. Vedi la seguente immagine.

CURIOSITA': Il padre del giovane pittore servì da modello per il medico rappresentato nel quadro. Questa immagine di suo padre fu utilizzata più di una volta da Picasso nelle sue opere.

L'artista lasciò perdere per un po' di tempo la capitale catalana, trasferendosi a Madrid nel 1897 per studiare all'Accademia delle Belle Arti di San Fernando.

Ciencia y caridad

Scoperta del modernismo a Barcellona (1899 - 1901)

Da Madrid a Barcellona

Gli insegnamenti classici che riceve a Madrid disgustano Picasso e l'artista inizia a sentire un'aspirazione per qualcosa di diverso, qualcosa di meno accademico. Tornò a Barcellona nel gennaio 1899 dopo alcuni viaggi.

La capitale catalana era una città cosmopolita che offrì a Picasso l'opportunità di scoprire nuovi orizzonti come il modernismo catalano nel suo culmine in quel momento.

Il circolo de Els 4 Gats

Nel 1899, il giovane Picasso era un invitato frequente del ristorante El 4 Gats (in italiano "I 4 Gatti"). Questo stabilimento offriva molto più di cibo a basso prezzo e musica dal vivo. Era la casa del movimento artistico modenista a Barcellona.

Il pittore arrivò a disegnare i menù e organizzare un'esposizione nella sala ristorante. Questo ristorante che segnò lo sviluppo artistico di Picasso è ancora aperto al pubblico nel Carrer de Montsió, 3 (Quartiere Gotico).

Durante le decadi, molti architetti, musicisti, poeti, pittori e disegnatori hanno frequentato Els 4 Gats per bere un bicchiere di vino e conversare con persone di idee affini.

CURIOSITA': Un altro residente conosciuto della città, che condivideva l'affetto per "Els 4 Gats" fu Antoni Gaudí.

Restaurant 4 Gats

Primi Passi a Parigi

In un momento cruciale della sua carriera, Picasso costruì due amicizie con i pittori Isidre Nonell e Carles Casagemas. Furono loro che resero possibile il viaggio di Picasso a Parigi durante l'anno 1900. Nonell gli prestò il suo monolocale nella capitale francese ma il pittore spagnolo rimase lì poco tempo e tornò poi a Barcellona

Poco dopo del ritorno di Picasso, Casagemas si suicitò a Parigi. Questo evento sconvolse enormemente l'artista. La tristezza che lo invase si riflette in tutto i quadri di quell'epoca.

Periodo Azzurro a Barcellona (1901-1904)

L'artista del lutto

Dopo il suicidio dell'amico, il pittore si chiude nel suo dolore. Questa tristezza fa si che si sviluppi il suo primo stile personale. Il primo quadro dipinto da Picasso in questo periodo rappresenta la morte dell'amico catalano, Carlos Casagemas. Potete vedere nella seguente immagine il dipinto "La Morte di Casagemas".

I lavori seguenti sono ugualmente tristi e pieni di malinconia, il pittore sceglie la onnipresenza dell'azzurro nei suoi dipinti per rappresentare temi come la morte o la vecchiaia.

Casagemas

Trasferimento definitivo a Parigi (1904)

Durante questo periodo Picasso andava e veniva tra Parigi e Barcellona, ma nel 1904, dopo essere stato 14 mesi nella capitale catalana, il pittore decide di trasferirsi definitivamente a Parigi.

Anche se i suoi primi anni nella capitale francese non furono facili, Picasso vedeva questa città come una promessa di successo e questo lo spinse a rimanere lì. L'artista non si sbagliava e non tardò a trovare l'esito che sperava.

Molteplici visite a Barcellona (1906 – 1934)

Visite a familiari e amici

La presenza della sua famiglia e di una gran parte di suoi amici a Barcellona portò il pittore a tornare molto spesso nella capitale catalana. Questo mantenne vivo il vincolo che esisteva tra lui e la città

Sappiamo che Picasso fu a Barcellona nel 1906, 1909, 1910, 1913, 1917, 1926 e 1933. Il suo soggiorno nella capitale catalana nel 1917 fu abbastanza lungo (da luglio a novembre) e qui il pittore partecipò attivamente alla vita culturale e artistica della città.

Ultimo soggiorno a Barcellona (1934)

Picasso rimase solo alcuni giorni in città con la sua sposa e il figlio Paulo. Già non era più l'uomo che lasciò Barcellona nel 1904. Il pittore si vestiva già come un banchiere e alloggiava al hotel Ritz. Siamo lontani dalla precarietà che sperimentò all'inizio della sua carriera.

La Guerra Civile Spagnola (1936 – 1939) e la Dittatura di Franco (1939 – 1975) allontanerà definitivamente Picasso da Barcellona. Pablo Picasso fu un militante comunista, eroe della sinistra antifranchista e l'autore del monumento contro le barbarie: il famoso quadro "Guernica".

Picasso Picassifié

Museo Picasso a Barcellona (1963)

Picasso mantenne dei forti vincoli con Barcellona durante tutta la sua vita e in questa città desiderò avere un museo.

Nel 1960, e per volontà espressa dall'artista stesso, il suo amico e segretario personale, Jaume Sabartés, propose al Comune di Barcellona la creazione di un museo dedicato alle sue opere. Nel 1963 era realtà e apriva le sue porte nel Palazzo Aguilar, al numero 5 di calle de Montcada.

La collezione permanente contiene ad oggi un totale di 4.251 opere dell'artista, che comprendono un largo periodo delle sue opere, ma si concentra principalmente nel lavoro dell'artista nella capitale catalana.

Tour Picasso a Barcellona

Se vuoi seguire le orma dell'arte di Picasso a Barcellona ti proponiamo questi 5 luoghi:

  1. L'edifiocio dei Porxos d’en Xifre dove si trasferì al suo arrivo a Barcelona
  2. La Scuola di Belle Arti dove si formò la sua pittura classica
  3. Il ristorante Els 4 Gats dove conobbe il Modernismo
  4. La Plaza de la Catedral con una grande opera di Picasso all'aria aperta
  5. Il museo Picasso che promozionò proprio lo stesso artista.

Nel seguente articolo incontrerai più dettagli di questi luoghi e una mappa che ti aiuterà a realizzare il tour su Picasso a Barcellona nel quartiere Gotico e in quello del Born.

Se vuoi saperne di più sugli altri artisti che hanno avuto un importante impatto nella città di Barcellona, ti invitiamo a consultare il seguente articolo

Ti piace questo articolo?

Clicca qui!

4/5 - 1 voto

Ti potrebbe anche interessare

Dì ciò che pensi

Siete stanchi di leggere su Barcellona? Beh, trovare un appartamento e visitare!

Congratulazioni!

Il tuo credito attuale è di €10

I crediti di viaggio sono applicati automaticamente ai prezzi quando accedi al tuo account.

Ooooops! Si è verificato un errore

Connetiti con Facebook
Connettiti con Google
Hai dimenticato la password?
Inserisci la tua mail qui sotto e ti invieremo la password di recupero.
Cancellare
captcha

Orario d'aperura: Dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 18:00.

Parliamo inglese, spagnolo, tedesco, russo, francese, olandese e italiano.

+34 678625980
+33 184883620
+1 6465689734
+34 902052856
+46 844680527
+44 2036950691
+31 208083149
+39 0694804041
+49 3030808496
+45 89884196
Numero internazionale: +34 933255027
Accumula numeri per l'estrazione e vinci fantastici premi!

Chiunque può collezionare tickets partecipando nella nostra community. Di seguito potrai vedere come ottenerli.

Non vi sono limiti al numero di tickets che puoi accumulare. Più ne hai maggiore sarà l'opportunità di vincere!

Per renderlo più equo per tutti, azzeriamo il numero di ticket ottenuti dopo ogni sorteggio.

Cosa puoi vincere?
Vinci un weekend a Barcellona per 2 persone!

Vinci un week-end a Barcellona


Usiamo cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. Se continui a navigare sul nostro sito ne accetti l'uso. Leggi di più qui. OK